TORINO COMICS

Sono andato per la prima volta a vedere Torino Comics 2017. Ho incontrato la mia vecchia educatrice Gina e ho scoperto che era la moglie dell’organizzatore Vittorio Pavesio, che era amico di Claudia, la mia amica che mi ha accompagnato.

C’erano fumetti, pochi, manga, gadgets videogames, cartoni animati, telefilms e films di azione. L’altra caratteristica erano i Colsplay, persone travestite con i personaggi dei films, cartoni animati, fumetti e videogames. L’anno prossimo voglio fare anche io con il costume di Iron Man.

In un stand se segnavi una rete ti regalavano una palla. Claudia ha sbagliato e gli hanno dato la palla piccola; io invece ho segna to e mi hanno dato la palla grande.

Ho parlato con diverse persone del progetto del mio libro di musica e la gente era interessata, che strano, di solito la gente non ti ascolta. A me questa cosa ha stupito in modo piacevole.

Io e Claudia abbiamo mangiato un hot-dog .

Un suggerimento per la prossima edizione: un fucile giocattolo che spara le note musicali con una produzione degli anni ’60.

DAVIDE ALA